S.-Paolo1[1]

HISTORIA MAGISTRA VITAE

Scritto da Camilla Castellani on . Postato in Appuntamenti, Weekend

Carzano-da-nord[1]
” La storia è vera testimone dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra di vita, messaggera dell’antichità.
 ” 
Marco Tullio Cicerone


Brescia, Italia.

È il 25 giugno 2011 quando il Monastero di Santa Giulia e l’area archeologica del Capitolium vengono inseriti nella lista del Patrimonio Mondiale dell’Unesco. 46° sito italiano iscritto nella Lista a confermare il primato dell’Italia sulle nazioni europee – il ché dovrebbe farci riflettere – è un riconoscimento condiviso con le altre realtà che mostrano fiere le tracce lasciate dall’Historia Longobardorum: “ Longobardi in Italia”. Sito seriale che comprende le più importanti testimonianze dei Domini longobardi esistenti sul territorio, il progetto è la quintessenza di un patrimonio artistico ed architettonico che permette non solo di mantenere viva la storia ma di confermare Brescia come centro culturale, quasi come un archivio storico a cielo aperto.

18880152_10206993510555798_5579012961181092523_o[1]
Galli Cenomani, Longobardi, Franchi, Austriaci
per approdare poi al Regno d’Italia, Brescia è una sedimentazione e contaminazione di culture differenti visibili in ogni angolo della città: il “Serenissimo” Palazzo della Loggia, il medioevale Broletto, il romano Duomo Vecchio, il rinascimentale Duomo Nuovo e l’area archeologica romana del Capitolium. Perciò, il modo migliore e più consigliato per scoprire Brixia – nome gallico – è muoversi a piedi o in bicicletta e lasciarsi trasportare tra epoche e contrasti, come il più evidente tra la zona vecchia e quella nuova. Brescia2 è l’agglomerato moderno ed economico che si districa tra grattacieli e palazzi di vetro.

MonteIsola-Panoramica[1]
Un viaggio nella storia dell’uomo, da chi era a cosa è diventato, che da Brescia si estende in tutto l’arco alpino e che fa emozionare un po’. Sulle rive di fiumi e di laghi sono stati ritrovati resti di villaggi e palafitticoli preistorici databili dal 5000 al 500 a.C che attraggono ogni anno archeologi e ricercatori da tutta Europa. La più nota per scoperte e suggestioni è la Valle Camonica. Situata nelle Alpi Centro – orientali lombarde in provincia Brescia, è nota per le numerose incisioni rupestri che l’hanno portata ad essere il primo sito italiano riconosciuto come Patrimonio Mondiale UNESCO nel 1979. Dopo oltre un secolo di ricerche e studi si distingue in ambito internazionale per un insieme di elementi: varietà di iconografie, riprese di epoche distinte dalla protostoria all’età storica moderna e la bellezza incondizionata degli ambienti naturali. Esempio principe è il Parco Comunale di Luine che, grazie alla “Pietra Simona” di arenaria e carbonati, è il maggiore polo d’arte rupestre della bassa valle. Le prime segnalazioni di incisioni risalgono al 1955 quando Gualtiero Laeng ed Emmanuel Anati iniziano ed intensificano progetti ed attività di scavo in tutta la zona, arrivando a scoprire più di 20000 raffigurazioni. http://www.vallecamonicaunesco.it/parco-luine-monticolo.php?lang=it

18839455_10206997631218812_5127661398727196730_o[1]
Passato, presente, contemporaneo: The Floating Piers, la grande installazione dell’artista bulgaro-americano Christo. Non la più criticata né la più amata, ma sicuramente la più attraversata, la passerella gialla lunga 3 km ha permesso di camminare sul lago d’Iseo da Sulzano a Monte Isola alla piccola San Paolo dal 18 giugno al 3 luglio 2016, anno di sviluppo turistico per il rilancio del Lago. 200 mila cubi di polietilene ricoperti da un tappeto per un’installazione – rivelatasi chiaramente performance – unica. Ma è la natura che detta le “regole” del Lago d’Iseo: l’ambiente delle Torbiere, la costruzione di reti e di barche in legno, le trattorie dei pescatori. Il tempo si ferma ma tutto funziona.

 

IL TACCUINO DI AGENDA VIAGGI

Dove dormire:
Rizzi Aquacharme Hotel & SPA – Hotel premium partner delle terme di Boario per un soggiorno di scoperte e benessere. http://www.rizziaquacharme.it/hotel-boario/rizzi-aquacharme.html

Cosa fare:
Terme di Boario – cura, benessere, relax per liberarsi la mente e arricchire il corpo. http://www.termediboario.it

Dove mangiare:
Osteria al Bianchi, Brescia – Un tuffo nella tradizione e nella più gustosa semplicità tra un boccone e l’altro
http://www.osteriaalbianchi.it
Trattoria Cacciatore, Sulzano – Buon vino, ottimo cibo, una panorama da dipinto
https://trattoriacacciatore.it

  • Si consiglia: una visita alla Cantina Barone Pizzini che organizza tour degustazione alla  scoperta del  primo Franciacorta biologico. http://www.baronepizzini.it
  • perfetta per grandi e piccini la fiera di Travagliatocavalli, in provincia di Brescia, è una manifestazione dedicata ai cavalli. Esibizioni, espositori e stand particolarissimi per una giornata all’insegna del divertimento e della natura. Save the date per il 2018: http://www.travagliatocavalli.com

Sensole2[1]
Un ringraziamento speciale va al progetto B-Leisure, realizzato da Explora, DMO di Regione Lombardia. Insieme a Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia punta al coinvolgimento di giornalisti e blogger attraverso press tour organizzati in collaborazione con i poli fieristici della regione, per portarli alla scoperta dei meravigliosi territori in cui si inseriscono questi luoghi dedicati al business. Undici i press tour organizzati da Explora nell’ambito del progetto B-Leisure, per offrire visibilità a fiere, poli produttivi e a quanto di meglio ha da proporre il territorio in termini di leisure, enogastronomia e natura. I poli fieristici coinvolti nel progetto sono Lariofiere, Cremona Fiere, Ente Fiera Promoberg, Malpensa Fiere, Centro Fiera Montichiari, Travagliato – Azienda Servizi Territoriali, Ente Fiera dei Castelli di Belgioioso, Villa Castelbarco, Villa Erba Palabam, Fiera Millenaria Gonzaga. Per ognuno di questi siti è stata individuata una manifestazione di particolare interesse, in occasione della quale verrà organizzato il press tour.


Camilla Castellani
camilla@agendaviaggi.com

Trackback dal tuo sito.

Camilla Castellani

Camilla Castellani

Cocciuto sagittario, curiosa itinerante. ” Non smetteremo di esplorare. E alla fine di tutto il nostro andare ritorneremo al punto di partenza e conosceremo quel luogo per la prima volta. ” – T.S. Eliot.

Lascia un commento