EMIRATI ARABI: IL LUSSO SFRENATO DI DUBAI

Scritto da Pamela Cazzaniga on . Postato in viaggi senza barriere

Dubai, città ed Emirato degli Emirati Arabi Uniti è conosciuta in tutto il mondo per i suoi edifici ultramoderni, per la vita notturna, per le boutique delle grandi firme e per il suo rinomato hotel sette stelle. Viaggio alla scoperta di questa città continuamente in via di espansione.

Dubai, Emirati Arabi.
Il lusso più sfrenato lo si trova proprio qui, negli Emirati Arabi. A Dubai il turista viene viziato e riverito durante tutta la permanenza del viaggio. Ricordo di aver prenotato una camera standard vista mare ma, al mio arrivo, mi sono ritrovata in una suite di 90 mq senza pagare costi aggiuntivi. Questo per farvi capire quanto ci tengono a trattare l’ospite come un re o una regina. E ci riescono benissimo.

La parte che ho apprezzato maggiormente è quella del Creek, unico canale non artificiale che divide la città vecchia in due parti:  Deira e Bastiakiya. Consiglio vivamente di navigarlo al tramonto, dove lo spettacolo del sole che illumina i palazzi, la moschea e le barche che lo attorniano è impagabile! E’ necessario contrattare il prezzo per prendere un Abrax barchette di legno che effettuano il giro completo attraversando in continuazione le due sponde. Ho incontrato qualche problema a salire su una di queste barche in sedia a rotelle ma le persone locali sono gentili e disponibili nell’aiutare. Tra le due parti antiche di questa città, quella che vale la pena di visitare è sicuramente Deira col suo mercato dell’oro. A mio avviso i loro gioielli sono pacchiani e fuori moda, ma è comunque strano e particolare vedersi addosso tutto il loro luccichìo abbagliante mentre si passeggia lungo le varie gioiellerie. Proseguendo per le vie di Deira si incontrano anche il mercato delle spezie e quello delle stoffe.

SHOPPING Lo shopping a Dubai non manca di certo. Al contrario, vi è l’imbarazzo della scelta! Ci sono moltissimi souq arabi che, a mio avviso, sono i più particolari ed interessanti da visitare. Numerosi sono anche i vari mercati che si trovano per lo più nella zona vecchia. I centri commerciali, grandi Mall, sorgono come funghi uno dopo l’altro. E’ conveniente fare acquisti importanti in questa città dato che vige il porto franco. Il centro commerciale che più mi ha attratta è il Mall of the Emirates che ospita al suo interno una pista da sci, lo Ski Dubai. Sembra impossibile stare a + 40 gradi di temperatura e vedere persone che scendono dalle piste innevate create appositamente per il divertimento. Tutto accessibile in sedia a rotelle.

La torre Buji Khalifa è diventata uno dei grattacieli più alti del mondo con i suoi 163 piani per un totale di 828 metri di altezza. Dall’osservatorio è possibile ammirare tutta la città. Lo spettacolo delle fontane che sono posizionate sotto la torre è veramente molto carino e suggestivo. In pullman ho percorso anche la Palma, isola artificiale costruita sul Mar Arabico, da dove ho potuto ammirare gli isolotti privati con le loro ville stupefacenti! In fondo alla Palma vi è situato uno degli hotel più belli di tutta Dubai, ovvero l’ Atlantis. Non è per nulla semplice stare al passo con le novità e le costruzioni di questa città megagalattica. Per poter essere sempre aggiornati bisognerebbe visitarla ogni sei mesi. Io ho pernottato nella zona di Dubai Marina, una delle più eleganti nonché paragonata alla downtown di Miami. Se dovessi tornare credo sceglierei ancora un resort affacciato sulle spiagge di Jumeirah. La sabbia è bianca e il mare color turchese, location ideale per riposarsi dopo le svariate visite.

Ho lasciato per ultimo il simbolo più importante della città, l’hotel sette stelle che ha reso Dubai conosciuta in tutto il mondo: il Burj al Arab, più noto come La Vela. Per poter entrare a visitarlo occorre prenotare un pranzo, una cena o anche un semplice aperitivo. E’ così che ho assaggiato i cibi più raffinati e gustosi della mia vita. L’interno de La Vela lascia a bocca aperta per i suoi colori bizzarri ed eccentrici. Ogni piano è munito di una reception con divani rossi in pelle. Ai due lati dell’entrata vi sono degli acquari giganti con milioni di pesci che nuotano all’interno. Gli ascensori e i bagni dei piani sono dorati, i fiori sono ovunque ed il servizio è impeccabile. Accessibile in sedia a rotelle.



IL TACCUINO DI AGENDA VIAGGI

ACCESSIBILITA’ GENERALE IN SEDIA A ROTELLE
A parte la zona vecchia della città, a Dubai è tutto a misura di disabile. Hotel, mezzi pubblici, attrazioni e ristoranti.

IMPERDIBILE
Spettacolo delle fontane e crociera sul lago. Le fontane di Dubai si trovano nel lago del Dubai Mall e del Bury Khakifa. Dalle ore 18, quando cala il sole, lo spettacolo a ritmo di musica delle fontane più grandi del mondo affascina i milioni di visitatori che ogni giorno affollano la città! L’opera architettonica è stata realizzata dagli stessi creatori della celebre fontana del casinò Bellagio di Las Vegas. I loro spruzzi d’acqua simulano una vera e propria danza raggiungendo i 140 metri d’altezza! Bur Dubai Grand Mosque, per tuffarsi nelle tradizioni della cultura cosmopolita di Dubai. L’architettura è tradizionale araba. Una visita qui è d’obbligo per conoscere la loro fede vissuta e sentita. Museo di Dubai, dove sono ricostruiti gli ambienti tradizionali e le scene di vita locali del passato. Si passa velocemente dalle tende beduine nel deserto di 40 anni fa ai grattacieli dei giorni nostri. All’interno sono presenti numerosi reperti storici e docu-film.

DOVE MANGIARE
Armani Restaurant al 124esimo piano della piattaforma panoramica del Burj Khalifa. Location chic e curata. Consiglio il pasto di tre portate dove è possibile gustare un’autentica cucina italiana all’Armani Deli da dove si ammira il Buji Lake ed il centro della città. Ristorante Sloane’s per un delizioso sushi durante il brunch. Ottima anche la scelta del menù buffet. Vista panoramica sul porto turistico. Toro Toro, definito il miglior ristorante di Dubai. Elegante e raffinato è gestito da chef sudamericani. Piatto consigliato: guacamole affumicato accompagnato da focacce di funghi. Piatti freschi ed insalate sono sempre disponibili.

DOVE DORMIRE
Le Royal Meridien a Dubai Marina. Hotel di lusso dove sono presenti 13 ristoranti, tre piscine scoperte, vasca idromassaggio, palestra ed accesso alla spiaggia. Sono disponibili macchinette da polo per gli spostamenti da un luogo all’altro. Le camere e le suite dispongono di tv a schermo piatto, frigobar, connessione wi-fi gratuita e, su richiesta, servizio di maggiordomo. Disponibile anche il servizio in camera. Totalmente handicap-friendly.

Pamela Cazzaniga
pamela@agendaviaggi.com

Trackback dal tuo sito.

Pamela Cazzaniga

Pamela Cazzaniga

Solare, vivace ed esuberante ama da sempre le lingue e i viaggi. Vive in provincia di Lecco, vicina alla soglia dei 40 anni è da 18 su una sedia a rotelle a causa di un brutto incidente stradale. Dopo aver superato il trauma ha ripreso a girare il mondo e, sull’onda di questa grande passione, nel 2014, ha aperto un blog “ilmondodipamela.it” per stimolare i disabili a viaggiare. Felice di collaborare con Agendaviaggi che le permette di realizzarsi come donna, viaggiatrice ma soprattutto come disabile. Il suo motto è “crederci sempre arrendersi mai!”

Lascia un commento