CRETA: UN VIAGGIO DOVE LA GRECIA E’ PIU’ PROFONDA

Scritto da Pamela Cazzaniga on . Postato in Destinazioni, viaggi senza barriere

Creta è la più grande isola della Grecia, costituisce il limite meridionale del Mar Egeo e quello settentrionale del Mar Libico ed è circondata da un gran numero di isole minori e di isolotti. Patria della mitologia ospita preziosi siti archeologici e musei ma anche bellissimi e variegati paesaggi naturali oltre a spiagge bianche cinte da un mare cristallino. Scopri di più leggendo l’articolo…

 

 

 

 

Creta, Grecia.
L’Estate in  Grecia? E’ ancora lunga, specie per chi cerca ancora, tanto sole e soprattutto abbia tanta voglia di mare. Dove andare per trovare un mix di divertimento, spiagge da sogno, buon cibo e siti da visitare senza fare troppe ore di volo? La scelta ricade su Creta, isola principale della Grecia per grandezza con un’ area di circa 8300 km2, bagnata da due mari, l’Egeo e il Mar Libico e con una varietà del territorio molto vasta che va dalle spiagge di sabbia alla catena montuosa Lefka Ori. A sole due ore e trenta di volo dall’Italia potete trovare tutto questo e molto altro ancora.
Grazie alla sua posizione geografica vantaggiosa, in passato Creta agevolò il sorgere di un fiorente impero marittimo che, dal Mar Egeo, controllava una rete commerciale che raggiungeva l’Egitto, la Siria, le regioni a nord del mar Nero e l’occidente.

Nella parte centrale dell’isola, a cinque km da Heraklion e a sei km dal mare, si trova il principale sito archeologico di Creta risalente all’età del bronzo: il Palazzo di Cnosso. Il palazzo è legato ad antichi miti della Grecia classica. A Cnosso vi era una fiorita cultura degli affreschi dato che i cretesi dipingevano sulle pareti opere eccezionali tipiche dell’arte egizia. Come gli altri palazzi di Creta, anche questo costituiva il centro politico, religioso ed economico dellimpero marittimo minoicoFu edificato sopra le rovine di un più antico palazzo che, probabilmente, fu distrutto da un terremoto. Il “secondo palazzo” fu costruito agli inizi del 1500. Le sue dimensione erano talmente grandi e la sua trama così complessa che venne menzionato come labirinto nel mito del Minotauro e del filo di Arianna. Nel mito pare infatti che il palazzo fu progettato dall’architetto ateniese Dedalo con l’aiuto del figlio Icaro. Le accessibilità per le sedie a rotelle non sono molte purtroppo. Durante la visita ci si imbatte in numerosi gradini e in una pavimentazione a tratti molto irregolare.

La capitale, nonché centro nevralgico dell’isola, è Heraklion, nota da noi italiani anche col nome di Candia per via del colore della pietra utilizzata nelle antiche abitazioni. Risulta essere la città più grande di Creta ed una della più importanti dell’intera Grecia. Heraklion è ricca di storia, con siti archeologici molto importanti e con il suo porto, sempre attivo, dove c’è un via vai di imbarcazioni che trasportano tutto il necessario utile per gli abitanti di Creta. Piena zeppa di ellenismo e grecità, ha un centro compatto che si sviluppa in forma circolare partendo dal porto vecchio. Come molte altre città della Grecia anche Heraklion è un susseguirsi di vecchio e di nuovo e grazie alla lunga dominazione turco/ottomana si sono incontrati e scontrati in passato oriente ed occidente. Oltre al Palazzo di Cnosso, leggermente decentrato dalla capitale, a Heraklion si può visitare la fortezza e l’arsenale, entrambi di origine veneziani e posizionati sul lungomare. Ma ad Heraklion si va soprattutto per divertirsi la sera e per vivere l’estate come andrebbe vissuta. La sua movida è rinomata soprattutto per gli studenti greci, dato che la maggior parte degli stranieri preferisce Hersonissos per un’ancora più vivace vita notturna.

Nella capitale  si trova anche il Museo archeologico di Candia, una istituzione per la conoscenza della civiltà minoica. Al suo interno vi sono reperti del periodo che va dalla prima civiltà minoica fino all’occupazione romana. Ci sono inoltre i pezzi originali prelevati da Cnosso e molti manufatti risalenti a 8000 anni fa. L’esposizione del museo è seconda solo a quello dell’Acropoli di Atene. E’ possibile visitare il museo archeologico ed il palazzo di Cnosso nello stesso giorno utilizzando il bigliettocombo“, ovvero 16 euro al posto di 20.

Le spiagge dell’isola non sono state adeguate alla percorrenza delle sedie a rotelle ed è difficile trovare anche stabilimenti e bagni per disabili. Nella parte settentrionale ci sono quelle più conosciute e più facilmente raggiungibili dalle principali zone turistiche. Inoltre offrono al viaggiatore molti comfort tra i quali caffetterie, sport acquatici oltre ad acque limpide. Nonostante questo la costa meridionale presenta un mare ancora più cristallino e le spiagge sono più selvagge e incontaminate. Sono molto più difficilmente raggiungibili per un disabile a causa dei sentieri e delle stradine impervie che si incontrano. Tra le spiagge top di Creta mi sento di consigliarvi quella di Matala, la Laguna di Balos, spiaggia di Falasarna e quella di Glyka Nera. Solo ultimamente hanno reso accessibile a disabili la spiaggia di Amoudara, nel golfo di Heraklion. Amoudara Beach si trova a circa 5 km dalla capitale ed è facilmente raggiungibile anche con i mezzi pubblici.
Offre servizi accessibili con sedie e percorsi senza barriere per raggiungere la spiaggia ed il mare. Il suo mare cristallino ha ottenuto la Bandiera Blu.

IL TACCUINO DI AGENDA VIAGGI

Imperdibile
escursione all’isola di Chrissi, piccolissima isola disabitata situata ad otto miglia dalle coste di Ierapatra, davanti alle sponde meridionali di Creta.. E’ molto rinomata per le sue spiagge di sabbia rosa. Ha una lunghezza di soli sei km ed una largherzza di un km e la si raggiunge in 50 minuti di battello. Quest’isoletta appartiene ad una zona protetta con una foresta di alberi di cedro e ginepro. Chrissi è un’isola dalla bellezza disarmante e le sue baie alternano sabbia, ciottoli e migliaia di conchiglie frantumate. La spiaggia principale prende il nome di Belegrina, o Golden Beach, e vi si accede attraversando uno stretto sentiero.  Spiaggia di Agia Fotia a Creta, attrezzata con lettini, ombrelloni e bar. L’acqua è limpida e c’è sempre molto vento che la rende adatta per il kite-surf.          Retimo, terza città dell’isola per popolazione, è situata lungo la costa settentrionale. Questa città molto caratteristica è sede dell’università di Creta nonché uno dei principali poli culturali dell’isola.

Dove mangiare
Taverna Avli Hersonissos, dove verrete condotti attraverso un viaggio culinario cretese. E’ situata in fondo alla stradina di fronte alla chiesa . Gestita da Nicola e da sua moglie, che rendono l’atmosfera molto familiare. Ottimi sia carne che pesce, da non perdere le alici marinate! A fine pasto viene offerta la grappa. Ristorante greco Erganos, informale e adatto ai bambini. Un pochino decentrato dal centro di Candia il locale gode di una bella terrazza dove gustare aperitivi e cene all’aperto. Si possono gustare piatti della tradizione greca come la moussaka e l’agnello da latte.
Prezzi contenuti. Stelios & Katina, ristorante sito a Kissamos. Il proprietario e l’intero staff fanno di tutto per mettere a proprio agio i clienti. Cibo abbondante ed ottima qualità. Dolcetto e grappino offerto a fine pasto. Ristorante di pesce Palio Arhontiko, situato nella zona ovest di Platanias. Si cena davanti al mare gustando pietanze ottime ed in quantità abbondante. Come entreé viene servito del pane con due tipi di salse differenti. Piatto consigliato: guazzetto di cozze!

Dove dormire
Blue Palace, a Luxury Collection Resort and Spa
, cinque stelle. Resort di lusso fronte mare posizionato di fronte all’isola di Spinalonga. Centro benessere full-equipped, cucina ricercata, piscine a sfioro, due campi da tennis e possibilità di praticare sport acquatici. Il complesso è totalmente privo di barriere architettoniche. Il Blue Palace dispone di spaziosi bungalow ed eleganti suite dove soggiornare e rilassarsi sulla costa cretese di Elounda. Nei vari ristoranti si ha la possibilità di assaggiare specialità greche, italiane e asiatiche. Il ristorante Flame serve piatti di carne su taglieri di legno mentre il bar in stile marocchino propone finger food e ottimi cocktails. Una barca privata è a disposizione degli ospiti che potranno usufruire di una gita attorno al Golfo di Elounda.

Info
Ente Nazionale Ellenico per il Turismo

 

 

Pamela Cazzaniga

 

 

Tags: , ,

Trackback dal tuo sito.

Pamela Cazzaniga

Pamela Cazzaniga

Solare, vivace ed esuberante ama da sempre le lingue e i viaggi. Vive in provincia di Lecco, vicina alla soglia dei 40 anni è da 18 su una sedia a rotelle a causa di un brutto incidente stradale. Dopo aver superato il trauma ha ripreso a girare il mondo e, sull’onda di questa grande passione, nel 2014, ha aperto un blog “ilmondodipamela.it” per stimolare i disabili a viaggiare. Felice di collaborare con Agendaviaggi che le permette di realizzarsi come donna, viaggiatrice ma soprattutto come disabile. Il suo motto è “crederci sempre arrendersi mai!”