COSA FARE IN DUE GIORNI A DESENZANO DEL GARDA

Scritto da Pamela Cazzaniga on . Postato in viaggi senza barriere

In provincia di Brescia vi sono delle località dove sembra di essere al mare: una di queste è Desenzano, posta sulle sponde del basso Lago di garda. Oltre ad essere il comune più popoloso del Garda è anche il secondo della provincia di Brescia. E’ visitato tutto l’anno da turisti italiani e stranieri, che aumentano a dismisura durante i mesi estivi. Qui si trovano diversi monumenti e luoghi d’interesse, piccole spiagge dove rilassarsi e abbronzarsi e ottimi locali per gustare aperitivi e cene. Di seguito una mini guida di cosa fare a Desenzano del Garda durante un fine settimana.

 

 

Desenzano del Garda, Italia.
Nel golfo più grande del Basso Garda si trova Desenzano, deliziosa cittadina di quasi 30.000 abitanti. Risulta essere il comune più abitato del lago di Garda ed il secondo della provincia di Brescia. Il nome del luogo deriva da quello latino di persona “Decentius”, antico proprietario di un podere e di una villa del IV secolo che oggi è possibile visitare per vedere gli scavi rimasti. Ma pare vi sia anche una etimologia di origine popolare: siccome Desenzano si distende lungo una collina, il toponimo viene associato alla parola “discesa”.

Il porto è stato alla base della millenaria attività dei desenzanesi, grandi commercianti di cereali e di granaglie.
Era ritenuto il più importante mercato di grani della Lombardia, ed attorno alla piazza principale ed al porto furono costruiti grandi magazzini per l’ammasso delle granaglie. Grazie alla sua fortificazione era in grado di radunare le imbarcazioni dei mercanti che trasportavano olio, vino, agrumi, tessuti e attrezzi in ferro. Oggi il porto è stato abbellito e reso fruibile per i tanti turisti che possiedono un’imbarcazione o che desiderano noleggiarne una per uscire in mare. E’ fiancheggiato da una lunga passeggiata attorniata da alberi e da panchine dove è d’obbligo sostare per ammirare il panorama.

Nonostante Desenzano aumenta i suoi visitatori principalmente nei mesi estivi , è vivace e attiva tutto l’anno ed è una meta scelta anche per gli week end invernali. Le vie acciottolate che si snodano nel centro storico sono ideali per lo shopping ma anche per assaggiare un aperitivo. Sono contornate da fiori colorati e da bancarelle che la rendono simile ad un dipinto. Al centro si trova la famosa Piazza Malvezzi, da dove partono i battelli che la collegano alle vicine località del Garda. Questa cinquecentesca piazza è adornata da case colorate e da boutique di lusso e la sera è il ritrovo per gli amanti della musica dal vivo.

Per coloro intendono rilassarsi e approfittare per fare bagni di sole consiglio Margy Beach, piccola spiaggetta accessibile in sedia a rotelle tramite delle rampe che conducono al lago. E’ posizionata sul lungolago Cesare Battisti ed è possibile noleggiare pedalò, lettini ed ombrelloni. La cortesia del personale è uno dei punti di forza di questa spiaggia privata e tranquilla a pochi passi a piedi dal centro.

I visitatori più incalliti possono recarsi al Castello di Desenzano, costruzione fortificata edificata nel XI secolo. E’ sempre stato un punto strategico soprattutto per la difesa dalle invasioni barbariche. Il simbolo di questo castello sono le sue quattro torri angolari rimaste intatte e riconoscibili anche in lontananza. Dal 1969 è di proprietà del comune che è solito ospitare mostre e convegni all’interno delle sue sale. Parzialmente accessibile in sedia a rotelle.

Il Museo Civico Archeologico Giovanni Rambotti, a pochi passi da piazza Malvezzi, racchiude i manufatti palafitticoli ritrovati nei pressi dell’area attorno al Benaco e appartenenti all’Età del Bronzo. Il museo è dedicato a Giovanni Rambotti, primo sindaco del comune nonché prima persona ad essere interessata agli scavi archeologici del bacino della Polada. Tutte le prima domeniche del mese l’ingresso al museo è gratuito.

 

IL TACCUINO DI AGENDA VIAGGI

Imperdibile.
Sirmione, città del lago di Garda a pochi km da Desenzano. Il suo centro storico è posizionato su una penisola che divide il basso Lago di Garda. E’ una località molto rinomata tanto da essere considerata la punta di diamante di questo lago. La sola via d’accesso per entrare in città è rappresentata da un ponte, dopodiché ci si immerge in stradine strette ed irregolari e in edifici composti da mattoni e pietre a vista. Il castello Scaligero rappresenta una vera e propria fortezza lacustre ed è ritenuto uno dei castelli meglio conservati d’Italia. All’interno dell’ampio portico è stato allestito un lapidario romano e medievale, oltre che una breve mostra in cui su alcuni pannelli sono riportate le informazioni più importanti sulla rocca. Si può accedere inoltre ai camminamenti di ronda delle mura e, tramite delle rampe di scale in legno restaurate recentemente, si può giungere fino in cima al mastio, la torre più alta della fortezza. Non tutto il castello è accessibile in sedia a rotelle. Un altro complesso archeologico portato alla luce però solo parzialmente sono le grotte di Catullo. Trattasi di una villa romana edificata tra la fine del I secolo a.C. e il I secolo d.C. Il sito archeologico, posizionato sulla punta della penisola di Sirmione, conserva i resti di una delle maggiori ville residenziali d’Italia. Nel 1999 al suo interno è stato aperto il piccolo museo archeologico di Sirmione. I resti della villa si snodano su un’area di circa due ettari circondata da uno storico ed immenso uliveto. Difficile da visitare in sedia a rotelle. Jamaica beach, ampia spiaggia incontaminata costituita da imponenti lastre di roccia. La si può raggiungere a piedi e in barca. Una gita o una vacanza a Sirmione non può essere considerata tale senza un’escursione in barca alle vicine isole. A circa venti minuti di navigazione, come un miraggio appare tra le acque blu del lago l’Isola dei Conigli. Disabitata e davvero molto fotogenica, si chiama così perché gli unici abitanti sono per l’appunto i conigli.

Dove mangiare
Piadineria Morganla prima piadineria di Desenzano aperta nel 1998. Il menù varia tra le piadine classiche e quelle premium, ma è anche possibile scegliere altri piatti proposti al momento. E’ situata all’inizio di via degli Anelli, strada centrale che si affaccia sul lago. Ristorante Le Terrazze, per pizza e menù di mare e di terra in un locale arioso con arredi eleganti e terrazza affacciata sul lago. Piatto consigliato: spaghetti allo scoglio. Ampia scelta di dolci home-made. Tra piazza Malvezzi e il Castello di Desenzano si trova Merenda Italiana, ideale per un aperitivo all’aperto. Ristorante Colomba, pizza e piatti di mare in un elegante locale rétro dalle lampade liberty con tavoli esterni vista porticciolo.

Dove dormire
Hotel Plaza Desenzano, tre stelle. Centralissimo! A pochi passi da piazza Malvezzi e dalle spiagge. Affacciato sulle rive del lago di Garda offre una vista sul porto. Le camere sono arredate in stile classico e dispongono di TV a schermo piatto. L’intera struttura dispone di wi-fi gratuito. Alla reception è presente un bar, mentre la sala della prima colazione è raggiungibile tramite quattro gradini. Sono ammessi gli animali. Tra le attività di intrattenimento vi sono escursioni in bicicletta, scuola di sci ed equitazione.

Pamela Cazzaniga

Trackback dal tuo sito.

Pamela Cazzaniga

Pamela Cazzaniga

Solare, vivace ed esuberante ama da sempre le lingue e i viaggi. Vive in provincia di Lecco, vicina alla soglia dei 40 anni è da 18 su una sedia a rotelle a causa di un brutto incidente stradale. Dopo aver superato il trauma ha ripreso a girare il mondo e, sull’onda di questa grande passione, nel 2014, ha aperto un blog “ilmondodipamela.it” per stimolare i disabili a viaggiare. Felice di collaborare con Agendaviaggi che le permette di realizzarsi come donna, viaggiatrice ma soprattutto come disabile. Il suo motto è “crederci sempre arrendersi mai!”